fbpx

Insegnare la responsabilità ai Figli: Guida per Genitori Consapevoli

Insegnare-responsabilità-ai-figli
Picture of Alessia Conti


Dal vocabolario il significato di responsabilità: “Indica il fatto che le azioni umane generino conseguenze di cui il soggetto agente può essere imputato, cioè ritenuto responsabile”

Quanto peso diamo a questa parola e soprattutto quanto è importante che i figli siano responsabili?

L’importanza di insegnare la responsabilità ai figli durante l’adolescenza

 

Quando mi ritrovo a fare sessioni di coaching con i genitori spesso mi dicono che, nonostante per  loro, la responsabilità sia un valore fondamentale, i figli se ne fregano e continuano ad essere irresponsabili, soprattutto nel periodo adolescenziale.

Reputo questa circostanza sempre un ottimo punto di partenza su cui lavorare con le mamme e con i papà.  Di solito la mia analisi parte dal fare le  seguenti 5 domande:

  1. Che significato date voi genitori alla responsabilità dei figli?
  2. Vostro figlio/vostra figlia  cosa intendono per responsabilità?
  3. Sicuri che non sono proprio MAI MAI responsabili?
  4. Voi siete veramente responsabili?
  5. Cosa avete fatto come genitori per insegnare a vosro figlio ad essere responsabile?

Come ormai avrete già sperimentato, non potete insegnare ai vostri figli  solo a parole, i vostri figli impareranno attraverso il vostro comportamento e il vostro esempio.

Riflessioni ed esempi per genitori responsabili

 

Pertanto vorrei portarvi a focalizzare l’attenzione proprio su quanto voi come genitori siate responsabili delle vostre azioni. Immagino che la maggior parte di voi si senta di poter rispondere: “ Si, certo che sono responsabile, lavoro, pago tutto, prendo le mie decisioni da solo/sola, porto avanti la casa… ecc. ecc.”

L’essere responsabili però non si esplicita solo in queste azioni ma anche in tantissime altre situazioni in cui, più che un’azione, c’è bisogno di adottare un atteggiamento responsabile facciamo alcuni esempi:

  • Se fate un esperienza negativa tentate di dare la colpa agli altri o vi assumete la responsabilità di avere preso quella decisione?
  • Se vi capita di commettere degli errori imparate da quell’esperienza e vi assumete la responsabilità di avere sbagliato?
  • Riuscite a gestire ed esprimere le vostre emozioni prendendovene la responsabilità?
  • Siete dell’idea che gli altri vi debbano salvare o siete voi la persona adulta che si prende la responsabilità di risolvere la situazione che si è creata?

Si potrebbe fare una lista infinita di situazioni simili.

Prima di andare avanti vorrei che tornaste indietro nel tempo, rivivendo, sia il momento in cui avete deciso  di avere dei figli, sia il momento in cui avete scoperto che sareste diventati genitori. 

Potrebbe anche esserci la possibilità che in quel momento non volevate diventarlo, comunque siete sempre voi che avete preso quella decisione di andare avanti, quindi la responsabilità della scelta è sempre vostra.

Insomma vi chiedo di pensare al momento in cui tutto è successo….. in quel momento quali erano la vostre intenzioni e il vostro scopo, che genitore avete immaginato che sareste diventati?

Può sembrare banale come domanda ma vi assicuro che la maggior parte delle volte i genitori non hanno ben chiaro il motivo per cui hanno scelto di diventare genitori.

In quel momento avete deciso di  prendervi la responsabilità per un altro essere umano, in qualsiasi modo sia successo, sia che eravate sposati o no, sia che lo avete cercato o magari è stato inaspettato, sia che eravate una madre single o troppo giovani, o troppo in là con l’età, la decisione è stata vostra, quindi è importante che vi assumiate la responsabilità.

Adesso che avete più chiaro quale fosse il vostro scopo in quel momento, vi chiedo: vi state veramente prendendo le vostre responsabilità?

Mi spiego meglio.

La tipologia di genitore dipende da alcuni fattori: dal vostro ruolo di figlio, dalla relazione che avete avuto con i vostri genitori, dalle esperienze che avete fatto in adolescenza. 

Più nel vostro passato ci sono stati fattori negativi più questi fattori si ripercuoteranno nella relazione con i vostri  figli nel momento in cui loro diventeranno  adolescenti.

Prima dell’adolescenza tutto fila liscio, i figli dipendono in tutto e per tutto dai genitori, fanno tutto ciò che gli viene detto, durante l’adolescenza tutto cambia

Come ben sapete  loro si stanno prendendo il loro spazio nel mondo, la loro indipendenza e la loro libertà. E’ proprio in questa fase della loro età che, per i genitori, emergono tutte le vecchie ferite derivanti dalle esperienze negative della gioventù. 

Iniziano così i conflitti, aumenta il controllo, sentite che la relazione si sta complicando sempre di più. Ricordatevi sempre che siete voi l’adulto che insegna la responsabilità e, se la relazione non sta funzionando, chiedetevi come mai e cosa possiate fare voi per primi per risolvere la situazione.

Pertanto se vi rendete conto che gli state trasmettendo le vostre paure, incertezze, ansie che sono sempre legate alle esperienze passate, assumetevi la responsabilità. 

Imparate dagli errori e non riportali nella relazione con i vostri figli.

Seppur alcune filosofie dicano che i vostri figli vi abbiano scelto come genitori, ricordatevi sempre che avete preso voi la decisione di accettare questo compito, quindi siate responsabili delle vostre azioni di genitori, siate un buon esempio. 

Alessia Conti – Younite Family Coach



Picture of Alessia Conti

Alessia Conti

Cosa non fare con un figlio adolescente

Video Corso Gratuito

Cosa troverai in questo video corso?

Tutto completamente GRATIS!

Scopri gli errori assolutamente da NON fare con un adolescente

Compila il FORM per ricevere il video corso Gratuito via mail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi consigli utili per guidare al meglio i tuoi ragazzi!

Torna in alto