fbpx

Eco-ansia: cos’è e perché è una delle paure dei nostri figli adolescenti

ecoansia
Florian Hiele

Indipendentemente dalle loro preferenze, gli adolescenti erediteranno la responsabilità di custodire il pianeta che come genitori gli lasciamo in eredità. Come custodi delle future generazioni, è nostro dovere educarli a trovare un equilibrio. Dobbiamo prepararli a gestire lo stress derivante dalle sfide ambientali senza sentirsi sopraffatti, ma evitando al contempo di addossare loro oneri che vanno oltre le loro capacità. In un’era in cui i media e i social sono saturi di informazioni, è essenziale riconoscere che le ansie e lo stress dei nostri figli possono estendersi ben oltre le preoccupazioni quotidiane come l’abbigliamento o la scuola. È per questo che oggi affrontiamo il delicato tema dell’eco-ansia.

Eco-ansia negli adolescenti: comprendere e gestire le preoccupazioni ambientali dei giovani

Eco-ansia è un termine che si riferisce alla paura, alle preoccupazioni e allo stress che i ragazzi provano a causa dei cambiamenti climatici e dei problemi ambientali. È comprensibile che l’eco-ansia sia una preoccupazione rilevante per i genitori che hanno figli adolescenti, poiché i giovani stanno diventando sempre più consapevoli dei problemi ambientali e del loro impatto sul loro futuro.

Ecco alcuni modi in cui l’eco-ansia  può influenzare i giovani:

  • Paura per il futuro: i ragazzi potrebbero preoccuparsi della vivibilità del pianeta e dell’impatto dei cambiamenti climatici sulle loro future condizioni di vita.
  • Stress emotivo: l’eco ansia può portare a stress emotivo, tra cui ansia, tristezza e frustrazione per la risposta apparentemente inadeguata ai problemi ambientali.
  • Attivismo: d’altro canto, l’eco-ansia può anche spingere i giovani all’attivismo. Potrebbero sentirsi motivati a impegnarsi in progetti ambientali e azioni per il clima.
  • Cambiamenti nello stile di vita: alcuni giovani potrebbero decidere di adattare il loro stile di vita, ad esempio diventando vegan, producendo meno rifiuti o facendo scelte più consapevoli dal punto di vista ambientale.

Durante l’adolescenza, i giovani spesso si concentrano meno sui loro genitori e di più su amici e altri modelli di comportamento, come persone di riferimento. Si confrontano con questi individui e riflettono su quali qualità o abilità desiderino sviluppare nella propria vita. Proprio per questo motivo, i modelli di comportamento possono avere una grande influenza sugli adolescenti. È importante valutare quali messaggi riceve tuo figlio, soprattutto dai social media. Vengono condivisi messaggi di paura o, al contrario, messaggi di fiducia e possibilità di cambiamento positivo? Questo influenzerà notevolmente come tuo figlio adolescente comprende e affronta questo tema.

Suggerimento: come genitore, è importante rimanere un punto di riferimento costante per tuo figlio, anziché imporre la tua opinione. Si tratta di mantenere un canale di comunicazione aperto in cui tuo figlio si senta sostenuto nell’esplorare diverse prospettive e punti di vista.

Come possono i giovani con l’eco-ansia riacquistare la speranza?

Come genitore, è fondamentale conoscere sulla reale influenza che abbiamo come esseri umani sull’ambiente e dove essa finisce. È essenziale far capire ai nostri figli che il mondo e il sole seguono i loro cicli naturali e che il cambiamento è una costante nella natura.

 Il cambiamento è persino salutare per il nostro pianeta e alla fine porta benefici all’umanità, anche se talvolta può comportare situazioni temporaneamente scomode per gli esseri umani. È nostro compito come genitori trasmettere questa comprensione, in modo che i nostri figli sviluppino una visione equilibrata della relazione tra l’uomo e l’ambiente.

L’attivismo ambientale è migliore dell’eco-ansia?

Supponiamo che, quando i nostri figli soffrono di eco-ansia, assumano un atteggiamento passivo. Provano paura, ma fanno poco o nulla. Questo approccio non è molto costruttivo per il tuo figlio. Nell’attivismo ambientale, c’è un certo senso di speranza in cui il ragazzo si mette in azione. 

Può creare consapevolezza e pianificare azioni attive per migliorare l’ambiente. Questo approccio attivo è più salutare per il ragazzo perché non rimane bloccato nella paura, ma sperimenta un senso di potere nei cambiamenti che sta apportando. Tuttavia, è importante notare che nell’attivismo ambientale a volte il potere viene delegato, ad esempio alla politica, perché si presume che debbano risolvere i problemi ambientali. In tal caso, tuo figlio potrebbe sperimentare effettivamente una emozione simile alla paura. È più prezioso guidarlo verso una fase in cui partecipa attivamente alla creazione di un mondo migliore e più sano.

Prospettive diverse sul cambiamento climatico

Prenditi il ​​tempo per informarti sulle diverse prospettive sul cambiamento climatico e condividi queste intuizioni con i tuoi figli. Aiutateli a capire che la questione è molto più complessa di quanto potrebbero sentire dai media. Ciò consente loro di sviluppare una comprensione più sfumata di questo importante argomento e di promuovere loro stessi il pensiero critico. La resilienza emotiva è necessaria per dare potere alla nostra gioventù sulle proprie opportunità.

Offri al tuo figlio l’opportunità di partecipare a eventi o attività che potenziano la loro resilienza emotiva. La resilienza emotiva è di fondamentale importanza per i ragazzi che combattono con l’ansia.

Ciò permette loro di non rimanere imprigionati nelle loro paure, ma di comprendere le diverse sfaccettature delle loro emozioni. Questo favorisce la consapevolezza di sé, incoraggia il coinvolgimento attivo e contribuisce a sviluppare maggiore fiducia in se stessi. In questo modo li aiuta a diventare più forti e più resilienti nel gestire le sfide che la vita e il mondo possono presentare.

I giovani possono ristabilire un legame con la natura?

Gli esseri umani, e soprattutto i giovani, sembrano aver in gran parte perso il legame con la natura. Trascorrono la maggior parte del loro tempo con i loro telefoni cellulari o console da gioco. In effetti, passiamo circa il 90% del nostro tempo al chiuso, con diverse conseguenze per la nostra salute personale e il nostro contatto con la natura. 

Tuttavia, è importante capire che noi come esseri umani facciamo parte integrante della natura, ed è quindi essenziale mantenere una buona relazione con essa. Incoraggiare i giovani a trascorrere più tempo all’aperto nella natura li aiuta a ristabilire questo importante legame. Ciò contribuisce al loro benessere generale e alla loro consapevolezza del mondo naturale che li circonda.

Cosa puoi fare tu come genitore quando hai un adolescente con eco-ansia?

  1. Ascolta e convalida i suoi sentimenti: è fondamentale ascoltare innanzitutto tuo figlio. Permettigli di esprimere le sue preoccupazioni e paure e convalida i suoi sentimenti. Mostra comprensione per ciò che sta vivendo e sottolinea che è normale preoccuparsi per il futuro del pianeta.
  2. Normalizza i suoi sentimenti e pensieri: fagli capire che si tratta di preoccupazioni che molte persone provano e che è salutare pensarci e dare ascolto alle proprie preoccupazioni.
  3. Fornisci informazioni: assicurati che tuo figlio sia ben informato sui cambiamenti climatici e sui problemi ambientali in modo appropriato alla sua età. Ciò può aiutarlo a comprendere meglio le sue preoccupazioni e a contestualizzare.
  4. Dai il buon esempio: gli adolescenti spesso imparano osservando il comportamento dei loro genitori. Mostrando tu stesso abitudini ecologiche, come il riciclaggio, il risparmio energetico e il consumo sostenibile, stai dando un potente esempio a tuo figlio.
  5. Offri rassicurazioni: spiega che in tutto il mondo molte persone e organizzazioni stanno lavorando per risolvere i problemi ambientali e ridurre il cambiamento climatico. Discuti cambiamenti positivi e successi raggiunti per offrire speranza.
  6. Limita l’esposizione a informazioni spaventose: cerca di limitare l’accesso di tuo figlio a notizie spaventose o informazioni su catastrofi ambientali. Guidalo verso fonti più bilanciate e ottimistiche.
  7. Cerca aiuto professionale se necessario: se l’eco-ansia di tuo figlio è grave e influisce sul suo funzionamento quotidiano, considera l’aiuto di un professionista, come un Coach per Adolescenti, con esperienza in queste paure.
  8. Resta coinvolto: mantieni conversazioni regolari con tuo figlio sui suoi sentimenti e preoccupazioni legati all’ambiente. Resta disponibile per sostenerlo e guidarlo mentre affronta la sua eco-ansia.

Con il giusto sostegno e orientamento, gli adolescenti possono imparare a gestire questi sentimenti e diventare partecipi attivi nella ricerca di un mondo più sostenibile.

L’espressione creativa della nuova generazione è necessaria per il cambiamento.

È solo attraverso l’adozione di nuove idee e cambiamenti che possiamo fare progressi reali nel nostro approccio all’ambiente. Spesso è proprio la giovane generazione a guidare questi sforzi, quindi incoraggia tuo figlio a essere coraggioso e a sviluppare nuove idee.

Essere un genitore proattivo e favorire lo sviluppo personale di tuo figlio è di grande valore.

Ad esempio, considera di iscriverlo a uno dei nostri eventi in cui la crescita personale, la consapevolezza di sé e la resilienza emotiva sono al centro dell’attenzione.

Ciò non solo sarà benefico per tuo figlio, ma arricchirà anche te come genitore. Offre l’opportunità di crescere insieme, imparare e costruire un legame solido mentre lavorate alla vostra crescita personale. È una situazione vantaggiosa in cui sia tu come genitore e tuo figlio potete crescere.

Florian Hiele

Fondatore di Younite

Family e Youth Coach 

Florian Hiele

Florian Hiele

Co-fondatore di Younite, fondatore di YADA, fondatore di Sociale Vrijheid, interlocutore, scrittore, interprete e ricercatore. Sono entrato nel mondo dello sviluppo personale quando avevo 17 anni. Dopo aver superato la mia ansia sociale e la mia depressione, ho fatto della mia missione nella vita mettere in contatto gli adolescenti con lo sviluppo personale. Ho curato centinaia di clienti (adulti e adolescenti) con successo. Ho studiato in Europa e in America in diversi campi come la psicologia, i comportamenti umani e le modalità con cui le persone apprendono. Sono certificato in PNL, EE, TLT e VT, specializzato in fobie e ansie sociali e ho più di 11 anni di esperienza nel campo dell’istruzione e dell’allenamento degli adolescenti internazionali.

Cosa non fare con un figlio adolescente

Video Corso Gratuito

Cosa troverai in questo video corso?

Tutto completamente GRATIS!

Scopri gli errori assolutamente da NON fare con un adolescente

Compila il FORM per ricevere il video corso Gratuito via mail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi consigli utili per guidare al meglio i tuoi ragazzi!

Scroll to Top

Vuoi essere sicura/o che il tuo approccio con tuo figlio adolescente vada bene?

Scopri gli errori assolutamente da NON fare con un adolescente

Siamo pionieri in Italia nel guidare i genitori di ragazzi dai 9 ai 18 anni a migliorare il rapporto con i propri figli

Non aspettare il prossimo litigio, agisici ora solo per poco il corso sarà GRATUITO!