fbpx

Come vivono i ragazzi la pandemia e cosa possiamo fare noi genitori?

POST COVID- GESTIRE L’ANSIA DEI NOSTRI FIGLI
Nan Coosemans

La pandemia dovuta al COVID-19 ha portato molti cambiamenti al modo in cui viviamo e  alla nostra vita quotidiana, c’è anche tanta incertezza su cosa succederà: torneremo o non torneremo alla normalità e quando? Ci aspetta un futuro completamente diverso? Chi lo sa!

La certezza che abbiamo in assoluto è che i fattori di stress sono aumentati come ad esempio lo stress finanziario, lo stress da isolamento, lo stress da paura di “ammalarsi” causato da un sovraccarico di informazioni e disinformazione che si è verificato in ogni paese del mondo dove sono state fornite in un modo diverso e poco chiaro le stesse notizie.

E non dimentichiamoci dello stress emotivo: paura, tristezza e solitudine che purtroppo, anche nel mondo dei ragazzi, stanno aumentando ogni giorno.

Tutto ciò può, su lungo termine, portare ad uno stress tossico e a disturbi di salute mentale come depressione, disturbi alimentari, ansia, panico ecc. ecc.

Come reagiscono i ragazzi (e non solo loro) allo stress?

  • A livello Sociale: perdita di interesse, demotivazione scolastica, sentirsi disconnessi, fanno fatica mantenere i rapporti con amici e altri, meno fiducia negli altri, sfoghi di rabbia verso gli altri e meno contatto fisico
  • A livello comportamentale: piangono di più, dormono di meno, cambiano la routine della giornata, cambiamento dell’appetito, aumento delle dipendenze
  • A livello emotivo: si sentono bloccati, frustrati, tristi, arrabbiati, irritati, vuoti, più ansiosi, disperati e preoccupati
  • A livello mentale: difficoltà di concentrazione, sensazione di confusione, distrazione, mancanza di motivazione, hanno una peggior immagine di sé con conseguente abbassamento dell’autostima.
  • A livello fisico: dolori, mal di testa, stanchezza, senso di oppressione e pesantezza, più sensibili alla luce e suoni

Cosa potresti fare tu come genitore?

Ecco una lista delle azioni importanti da fare: dalla comunicazione alle cose pratiche

Comunicazione:

  • sii un esempio positivo nei modi di fare e parlare
  • lascia il dialogo aperto
  • sii onesto
  • aumenta il contatto visivo e dagli attenzione vera
  • ascolta sempre senza giudicare le loro opinioni e preoccupazioni
  • stabilisci e mantieni una tua routine di benessere
  • Parla di ciò che è possibile fare oggi, non avere concentrazione solo su cosa NON si può fare
  • Ricordati che non puoi cambiare il covid 😉
  • Condividi come ti senti tu
  • E’ importante che continuate a ridere, un po’ di umorismo aiuta molto
  • Rimani connessa/o con tuo figlio

Cose Pratiche:

  • Incoraggia tuo figlio o tua figlia a restare connessi con amici e famiglia attraverso facetime o zoom
  • Trova momenti per fare un gioco di famiglia (anche il nostro life game per esempio è un gioco che i ragazzi possono fare online con i loro amici)
  • Promuovi l’arte: disegnare, colorare etc se è una cosa che piace a tuo figlio
  • Metti un po’ di musica in casa
  • Fate una gara di barzellette
  • Proponigli di scrivere un diario
  • Guarda dei video che piacciono ai tuoi figli insieme a loro, tik tok aiuta in questo
  • Guarda foto stupide o quelle del passato, create un puzzle insieme
  • Leggere un libro non fa mai male anche se tanti ragazzi sono meno interessati, puoi anche guardare documentari con loro sui dei personaggi importanti o di successo per dargli un po’ di forza e speranza
  • Sport, stretching, ballo qualunque cosa faccia muovere il corpo!
  • Pratica la consapevolezza – Fai yoga, medita, concentrati sul presente

Riguardo alla DAD

  • Fagli cambiare posto in casa anche solo per cambiare aria (lo stesso puoi fare a tavola in cucina quando mangiate, cambiare routine in questo senso aiuta molto)
  • Spronali a mantenere la loro camera pulita e ordinata, questo aiuta anche nell’ordine della mente
  • Fagli fare delle pause tra una lezione e l’altra e se non sei in casa, fagli mettere un promemoria sul telefono
  • Non dare troppa pressione ai figli, la dad è tosta per i ragazzi, soprattutto dopo tutto questo tempo
  • È importante che dopo la scuola, durante il resto della giornata facciano altre attività lontani dello schermo (movimento;-)
  • Iniziate la giornata in modo sano, prendetevi tempo per fare colazione insieme e soprattutto non spegnete lo schermo di tv o telefono troppo tardi di sera. Lo stress mentale aumenta se il cervello non si può riposare bene e dopo si fa più fatica a svegliarsi la mattina. Clicca qui per sapere come equilibrare l’uso della tecnologia in casa

Hai bisogno di aiuto con o per tuo figlio, noi siamo attivi con sessioni di coaching private online

Clicca qui per informazioni

Spero che questo articolo ti sia stato utile, scrivimi cosa ne pensi

Con affetto

Nan Coosemans
Family Coach, Youth Coach e fondatrice di Younite

Nan Coosemans

Nan Coosemans

Fondatrice di Younite®, Family e Youth Coach, Autrice del libro “Quello che i ragazzi non dicono” ed. Sperling & Kupfer e mamma di 3 figli. Lavoro da oltre 20 anni nel mondo dello sviluppo personale. Ho fondato Younite® nel 2010 e Genitori in Azione nel 2016, la prima scuola online per genitori con adolescenti. Ho studiato vari anni in America, Olanda e Inghilterra integrando il lavoro sviluppato con con NLP, TLT, VT® e Family Therapist. Insieme alla squadra di Younite® ho lavorato con migliaia di ragazzi e famiglie in Olanda & Italia. Sono co-fondatrice dell'Accademia YADA, la prima scuola di formazione per diventare Family o Youth Coach in Italia
SI PARTE!

Cosa non fare con un figlio adolescente

Video Corso Gratuito

Cosa troverai in questo video corso?

Tutto completamente GRATIS!

Scopri gli errori assolutamente da NON fare con un adolescente

Compila il FORM per ricevere il video corso Gratuito via mail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi consigli utili per guidare al meglio i tuoi ragazzi!

Torna su

Vuoi essere sicura/o che il tuo approccio con tuo figlio adolescente vada bene?

Scopri gli errori assolutamente da NON fare con un adolescente

Siamo pionieri in Italia nel guidare i genitori di ragazzi dai 9 ai 18 anni a migliorare il rapporto con i propri figli

Non aspettare il prossimo litigio, agisici ora solo per poco il corso sarà GRATUITO!